Ultima modifica: 8 marzo 2019

Atto di Indirizzo

 

 

 

ATTO DI INDIRIZZO

 

Il Collegio procederà alla realizzazione del Piano dell’offerta Formativa Triennale per TRIENNIO 2019/20, 2020/21 E 2021/22, secondo le Indicazioni presenti nella presente direttiva,  aventi validità immediata per quanto riguarda l’elaborazione del piano dell’offerta formativa per il corrente anno scolastico e del futuro triennio, nel quale troveranno spazio i seguenti ambiti:

 

AREA DEL CURRICOLO

  • Perfezionamento della pianificazione curricolare introducendo il curricolo per lo sviluppo delle competenze trasversali (competenze di cittadinanza e di9 cittadinanza EU- secondo le Raccomandazioni di Goteborg; competenze digitali), la promozione dell’innovazione didattico educativa e della didattica per competenze così come prevista nelle indicazioni nazionali per il curricolo
  • Rafforzamento dei processi di costruzione del curricolo d’istituto verticale e caratterizzante l’identità dell’istituto
  • Modifica/potenziamento dell’impianto metodologico in modo da contribuire, mediante l’azione didattica, allo sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza europea, che sono riconducibili a specifici ambiti disciplinari (comunicazione in lingua madre, comunicazione nelle lingue straniere, competenze logico‐matematiche, competenze digitali) e a dimensioni trasversali (imparare ad imparare, avere consapevolezza culturale, possedere competenze sociali e civiche, sviluppare creatività e iniziativa ed imprenditorialità)

 

AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

 

  • Elaborazione di proposte riconducibili alla “ mission” dell’Istituto, agli elementi di priorità definiti nel piano di miglioramento, collegate alla programmazione didattica, in linea con la realtà territoriale di contesto , ma senza perdere di vita una dimensione più ampia e transnazionale delle competenze e della formazione.

L’Offerta Formativa deve articolarsi tenendo conto non solo della normativa e delle presenti indicazioni, ma facendo anche riferimento ad una  visione  ed una  mission condivise e dichiarate, proponendo un’offerta formativa adeguata ad una scuola innovativa e inclusiva, aperta e flessibile nel territorio.

  • Inserimento nel PTOF di azioni volte ad innalzare il livello della competenza linguistica in lingua madre e nelle lingue straniere con una particolare attenzione alla comprensione  testuale e alla competenza espressiva e argomentativa
  • Inserimento nel PTOF di azioni volte ad innalzare il livello della competenza logico matematica con particolare attenzione allo sviluppo del calcolo, nonché l’osservazione scientifica, al ragionamento e alla scoperta, del pensiero divergente
  • Inserimento nel PTOF di azioni volte allo sviluppo della competenza digitale anche attraverso il ricorso di sperimentazioni, sia per il personale docente che per gli allievi
  • Inserimento nel PTOF di azioni volte allo sviluppo delle competenze artistiche e musicali sia come conoscenza , che come fruizione e produzione delle stesse, anche attraverso l’approfondimento di discipline pittoriche, artistiche, musicali. Attraverso il

potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicali, nell’arte e nella storia dell’arte, nel teatro  e nel cinema, anche mediante il coinvolgimento dei musei e degli altri istituti pubblici e privati operanti in tali settori e a partire dalla conoscenza del proprio territorio

  • Inserimento nel PTOF di azioni volte allo sviluppo di comportamenti corretti per una adeguata e completa educazione alla salute, e ispirati ad un corretto e sano stile di vita anche ecosostenibile, con particolare riferimento all’alimentazione, all’educazione fisica e allo sport (con la creazione di un gruppo sportivo d’istituto, oppure tramite la partecipazione ad eventi sportivi regionali, cittadini e nazionali), all’ambiente, inteso in senso ampio, attraverso lo sviluppo ed il consolidamento di comportamenti adeguati e rispettosi del pianeta, del verde, degli animali
  • Inserimento nel PTOF di azioni volte sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità nonché’ della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri
  • Inserimento nel PTOF di azioni volte allo sviluppo delle conoscenze in materia giuridica ed economico‐finanziaria (per la scuola media soprattutto, attraverso l’introduzione a principi di economia)
  • Consolidamento nel PTOF di azioni volte alla prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di discriminazione, dipendenza e  bullismo, anche informatico, tramite azioni volte all’integrazione linguistica e interculturale e all’inclusione
  • Consolidamento dell’inclusione scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni educativi speciali attraverso percorsi individualizzati e personalizzati anche con il supporto e la collaborazione dei servizi socio‐sanitari ed educativi del territorio e delle associazioni di settore, del volontariato e l’applicazione delle linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati, emanate dal MIUR
  • Consolidamento nel PTOF di azioni volte all’orientamento al lavoro, in base alla vocazione culturale e sociale del territorio e  ai settori strategici, anche realizzando esperienze concrete a scuola volte allo sviluppo dei talenti e al recupero e al consolidamento delle competenze di base e non
  • Consolidamento nel PTOF di azioni volte ad un’esperienza didattica e formativa al di fuori dell’aula come uscite didattiche, viaggi di istruzione, stage, soggiorni studio, etc..

 

AUTOVALUTAZIONE D’ISTITUTO

 

  • L’elaborazione del PTOF dovrà tener conto delle priorità individuate nel RAV in termini di AZIONI DI MIGLIORAMENTO, sia dei traguardi ed obiettivi che il Collegio dei Docenti, proprio in relazione all’ampliamento dell’Offerta Formativa, ha individuato in ordine agli AMBITI DI INTERVENTO;
  • L’attuazione del PTOF e del Piano di Miglioramento del RAV dovranno tener conto di quanto sopra e contenere concrete proposte progettuali per il raggiungimento di tali obiettivo e finalità (di breve, medio e lungo termine);
  • Si dovrà monitorare e pubblicizzare adeguatamente quanto perseguito con la cadenza regolare prevista in sede di normativa

 

Punti di attenzione dovranno essere (dal RAV):

  • Orientamento (formazione di ciascun alunno nella logica dello sviluppo di un progetto individuale di vita e di cittadinanza attiva)
  • Continuità (nell’ottica del rafforzamento delle procedure per il passaggio da un ordine e grado di scuola all’altro, sia all’interno che all’esterno dell’IC e dei sistemi valutativi) in ordine ai livelli di competenza attesi e raggiunti
  • Successo formativo per tutti e per ciascuno secondo le potenzialità (con attenzione alle eccellenze e con azioni di recupero e supporto per gli alunni con difficoltà e svantaggio).

 

Sintetizzando possiamo dire che la chiave di lettura del progetto educativo della nostra scuola, in quanto scuola dell’obbligo, dovrà essere  “IMPARARE AD IMPARARE” . Si dovrà dunque prevedere nel PTOF l’inserimento di attività curricolari ed extracurricolari che potranno a pieno titolo, affiancando gli insegnamenti di base curricolari forti, arricchire il curricolo stesso e fornire tutte le opportunità utili agli allievi per ampliare e completare a 360° il proprio percorso scolare nell’I.C. VIA FABIOLA.

 

Roma, 14 ottobre 2019

 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Fanny Greco